“Immaginate un bistrot francese, intimo e raffinato con tavolini di marmo bianco, unite il blu petrolio delle pareti ed il marrone scuro delle sedute e degli sgabelli di un localino spagnolo in prossimità di un porto, aggiungete il bancone bianco con cucina a vista, tipico dei chioschi giapponesi e magicamente avrete il Plancha.” Così iniziavo il racconto culinario dedicato alla mia prima volta al Plancha, raffinato ristorante al centro di Roma.

Quando torno in un posto è perchè mi ha lasciato qualcosa, un sapore unico che vale la pena riprovare in modo che non rimanga solo legato ad un ricordo o ad uno scatto fotografico. Plancha è un luogo informale e accogliente ed insieme al Plancino, locale attiguo, friendly e rilassante, propone una vasta offerta di piatti adatta ad una pausa pranzo tra colleghi e speciali formule infrasettimanali, ad esempio in questo periodo è previsto uno sconto del 10% sul nuovo menù.

Plancha nasce come luogo specializzato in cucina su piastre a 200 gradi; carne, pesce, verdura e uova sono combinati con sapori orientali con la presenza di noodles, ma anche di frutta secca e salse particolari. Accanto agli ormai buonissimi noodles e al riso da combinare sia con pollo, gamberi o tofu in stile mediterraneo, giapponese o thailandese dal nuovo menù del ristorante Plancha ho avuto modo di provare nuovi accostamenti di sapori che non mi hanno affatto deluso.

Come ogni buon pranzo che si rispetti si inizia con gli antipasti che variano piacevolmente dalla melanzana arrosto con burrata, pesto di basilico e ciliegino piastrato, passando per il classico tomino con speck croccante e riduzione di balsamico fino alla tartare di manzo con pomodori secchi, capperi, crema di burrata e pistacchi. Si prosegue con l’hamburger di tonno accompagnato da maionese di caviale, cipolle rosse all’agro e pomodori confit accompagnato da una patata al cartoccio e con l’uovo morbido con fonduta di parmigiano, funghi di stagione e pane carasau, entrambi i piatti deliziosi e da leccarsi i baffi. Il Plancha è celebre anche per i suoi dolci dai bizzarri quanto gustosi accoppiamenti, questa volta ne ho addirittura provati tre, l’immancabile tiramisù in barattolino, la liquirizia, l’anice e il finocchio di una profumatissima creme brulèe un goloso éclair con gelato alla nocciola e frutta secca.

Il Plancha a Roma ama rinnovarsi e sperimentare, ama coccolare i propri clienti in un’atmosfera accogliente e familiare, inoltre offre un’ottima e fornita cantina che completano questo nuovo ed innovativo menù.

firma_outfit

plancha_dressing_and_toppings_2 plancha_dressing_and_toppings_3 plancha_dressing_and_toppings_4 plancha_dressing_and_toppings_5 plancha_dressing_and_toppings_6 plancha_dressing_and_toppings_7 plancha_dressing_and_toppings_8 plancha_dressing_and_toppings_9 plancha_dressing_and_toppings_10 plancha_dressing_and_toppings_11 plancha_dressing_and_toppings_12 plancha_dressing_and_toppings_13